I TUMORI DELLA PELLE: Carcinoma Basocellulare e Spinocellulare, Melanoma

INTRODUZIONE

I tumori della pelle, tra tutti i tumori che possono interessare il corpo umano, sono i più comuni. Sono però anche quelli più curabili se diagnosticati e trattati in tempo.

Si tratta fondamentalmente di una crescita incontrollata di alcune cellule della pelle. Ciò accade quando si verificano mutazioni al DNA delle cellule il più delle volte causati da radiazioni UV dei raggi solari o dai lettini abbronzanti. Altre volte accade quando si hanno difetti genetici intrinseci che portano le cellule della pelle a moltiplicarsi rapidamente e a formare tumori maligni.

In italia sono diagnosticati ogni anno circa 70.000 nuovi casi di carcinoma cutaneo e circa  7.000 nuovi casi di melanoma.

La loro progressione in Europa è del 5-7% all'anno.

Tale incremento è principalmente il risultato di una sovraesposizione ai raggi ultravioletti naturali (sole) ed artificiale (lampade).

 

TIPI DI TUMORE DELLA PELLE

Ci sono fondamentalmente due tipi di tumori della pelle, anche se possono svilupparsi altri tipi di tumori, molto più rari.

Carcinomi Cutanei: Carcinoma Basocellulare e Carcinoma Spinocellulare

Questi tumori si sviluppano dalle cellule dell’epidermide. Dalle cellule dello strato basale nasce il Basalioma o Carcinoma Basocellulare; da quelle dagli strati superiori origina invece il Carcinoma Spinocellulare o Squamocellulare.

Questi sono i tumori più frequenti, che rappresentano il 90% dei tumori della pelle, di cui il 75% Basalioma e il 20% Carcinoma Spinocellulare.

Queste forme tumorali insorgono per lo più dopo i cinquant’anni e sono facilmente trattabili nella maggioranza dei casi.

I Carcinomi Basocellulari non tendono a sviluppare metastasi. Il Carcinoma Spinocellulare lo fa molto raramente, a livello dei linfonodi regionali (vicini al tumore principale).

Lo sviluppo di questi tumori segue generalmente diverse tappe. Per i Carcinomi Spinocellulari, il tumore spesso inizia come una lesione localizzata nell'epidermide (cheratosi attinica o morbo di Bowen dette per questo precancerosi)sulla cui superficie si forma una crosta (sulla cheratosi attinica) o una sorta di arrossamento (nella malattia di Bowen). E' segno dell'invasione del derma più profondo, che caratterizza lo stadio di carcinoma invasivo (cioè la trasformazione da precancerosi a tumore vero e proprio).

Melanoma

Esso si sviluppa a partire dai melanociti che sono le cellule che producono la melanina, responsabile della colorazione marrone o rossa della pelle.

Esistono infatti due tipi principali di pigmenti:

- marrone, responabile dell’abbronzatura e di una certa protezione contro i raggi UV

- rosso (pelle rossa) che non ha effetti di protezione

I soggetti che producono principalmente pigmento rosso non si abbronzano e sono, quindi, più alto rischio di sviluppare cancro della pelle.

Il melanociti sono cellule normalmente presenti nell'epidermide, nella sua porzione profonda.

Il neo (o nevo) è una lesione benigna che corrisponde ad un accumulo di melanina nel derma, e questo spiega il suo colore bruno o rossastro.

I melanomi per fortuna sono molto più rari, ma possono svilupparsi in soggetti giovani. Bisogna diagnosticarli e trattarli rapidamente perché possono diffondersi in tutto il corpo e dare metastasi, per via linfatica ed ematica, molto difficili da trattare.

Dopo la diagnosi di carcinoma cutaneo o di melanoma da parte del Vostro Dermatologo, è fondamentale rivolgersi ad un Chirurgo Plastico. Il Chirurgo Plastico è colui che si occupa nello specifico del trattamento di questa patologia. Egli riuscirà ad ottenere per voi il massimo risultato dal punto di vista clinico (guarigione) e cosmetico (esito cicatriziale).

Attraverso questo sito potrete ottenere molte informazioni su cause, diagnosi e trattamento dei tumori della pelle. Personalmente mi occupo di questa patologia quotidianamente presso i miei studi di Milano e Legnano, offrendo ai miei pazienti diverse opzioni di trattamento chirurgiche e non.