BASALIOMA O CARCINOMA BASOCELLULARE: DIAGNOSI E TRATTAMENTO

Il Basalioma è il più frequente tumore della pelle negli adulti, con circa 45.000 nuovi casi all'anno. Per fortuna, a differenza di altri tipi di cancro della pelle come carcinoma spinocellulare o melanoma ha comportamento più benigno in quanto non tende a dare metastasi (sono in rarissimi casi).
Questo tumore prende il nome dalle cellule dello strato basale, lo strato più profondo dell'epidermide da cui si sviluppa.

La causa principale di comparsa del basalioma è l'eccessiva esposizione al sole (esposizioni eccessive, brutali e ripetute al sole, che hanno causato scottature, soprattutto durante l'infanzia). Esistono anche altri fattori di rischio come la pelle chiara o il fumo. Il Basalioma insorge più spesso sulle parti del corpo più esposte ai raggi UV: viso, collo, spalle, avambracci o mani.

La lesione caratteristica del basalioma o carcinoma basocellulare è la perla, vale a dire una piccola papula di pochi millimetri molto compatta, indolore, traslucida, non pigmentata ed il più delle volte con piccoli vasi in superficie.



VARIANTI DI BASALIOMA O CARCINOMA BASOCELLULARE

Il basalioma si può presentare nei seguenti modi:

  • Basalioma nodulare: forma tumorale che si sviluppa in modo espansivo. Il nodulo si presenta la maggior parte della volte sul volto. Può ulcerarsi e sanguinare anche spntaneamente.
  • Basalioma ulcerativo (ulcus rodens): si presneta dall'inizio come una lesione ulcerata. Cresce prevalentemente in verticale. Appare come una lesione a margini netti, a fondo scuro e rosso. Sanguina con facilità. In genere si forma sul volto. Evolve rapidamente.
  • Basalioma piano cicatriziale: generalmente ha uno sviluppo in senso orizzontale. Nella porzione centrale col tempo si assite ad una cicatrizzazione spontanea biancastra) mentre la periferia continua ad espandersi. In periferia si forma un bordo rilevato di perle epiteliali. L'evoluzione è lenta. In superficie si possono formare croste che si staccano spontaneamente o dopo grattamento ma che si riformano. E' più spesso al tronco e al cuoio capelluto.
  • Basalioma bowenoide: si sviluppa per lo più in senso orizzontale ma non ha la cicatrizzazione centrale. Si forma molto spesso sul tronco.
  • Basalioma sclerodermiforme: si sviluppa sia in orizzontale che in verticale. La lesione è ricca di collagene ma non ha perle epiteliali. Per questo motivo ha colore biancastro e consistenza dura. Più colpiti volto, collo e tronco. Evoluzione lenta.


FOTO O IMMAGINI DI BASALIOMA

Ecco come si presentano clinicamente alcuni basaliomi. Se vi hanno diagnosticato un carcinoma basocellulare scegliete il giusto specialista per essere trattati nel migliore dei modi.



TRATTAMENTO DEL BASALIOMA

In presenza di sospetto carcinoma basocellulare (BCC), possono essere utilizzatediverse opzioni di trattamento. Nella maggior parte dei casi  si attua soltanto un trattamento locale, cioè viene trattato solo il basalioma e la pelle sull'area circostante.

CHIRURGIA

La chirurgia è il trattamento che solitamente viene offerto ai pazienti. Il tipo di intervento chirurgico dipende dalla categoria di rischio del paziente, dalla posizione del tumore e dalle sue dimensioni.
L'escissione chirurgica rimuove il basalioma e un po 'di tessuto sano tutt'intorno (chiamato in gergo margine chirurgico). Questo è il trattamento standard per il basalioma, indipendentemente dalla sua categoria di rischio.
La chirurgia plastica ricostruttiva entra in gioco per il trattamento dell'area circostante al tumore una volta rimosso. Può essere utilizzata se si rimuove una vasta area di pelle per assicurarsi che non rimanga alcun residuo di neoplasia. Per ricostruire la parte operata, il Chirurgo Plastico utilizzerà la pelle sana vicino al tumore (lembo) o una piccola porzione pelle presa da un'altra parte del corpo (innesto). Il Chirurgo plastico inoltre sarà in grado di trattare le cicatrici residuate dall'intervento secondo le più moderne tecniche disponibili.

TERAPIA FOTODINAMICA

In alcuni casi specifici, ad esempio un basalimoa superficiale, può essere indicata la terapia fotodinamica. Per distruggere le cellule tumorali viene applicato sul basalioma un farmaco sensibile alla luce (fotosensibilizzatore) che viene messo sotto un tipo speciale di luce. La terapia fotodinamica ha indicazione per piccoli tumori che si trovano su una superficie corporea molto visibile.


RADIOTERAPIA

Oggi la radioterapia esterna è utilizzata in rari casi. Raggi o particelle ad alta energia vengono utilizzati per distruggere le cellule tumorali. Le radiazioni esterne vengono utilizzate al posto dell'intervento chirurgico quando il tumore è molto esteso o si trova in una zona difficile da trattare ed in pazienti in scarse condizioni di salute. La radioterapia può anche essere usata per trattare un basalioma che non è stato completamente rimosso chirurgicamente (escissione incompleta).



TRATTAMENTO FARMACOLOGICO

In questo caso, il tipo di farmaco utilizzato dipende dalla posizione del tumore: abbiamo una terapia topica e una terapia mirata.

Per il trattamento topico, viene utilizzata una crema o un gel da applicare direttamente sulla pelle. Il farmaco topico di solito prescritto per un basalioma è imiquimod (Aldara, Zyclara) e viene applicato sulla massa tumorale una volta al giorno per diverse settimane.
Esiste anche una terapia mirata dove ii farmaci vengono utilizzati per colpire molecole specifiche, come le proteine, sulla superficie o all'interno delle cellule tumorali. Questo serve a fermare la crescita e la diffusione delle cellule tumorali. La terapia mirata può essere utilizzata per trattare un basalioma che si è diffuso (basalioma metastatico) o che ha invaso le aree vicine (basalioma localmente avanzato) e quando non si può ricorrere a chirurgia o radioterapia. Il farmaco mirato somministrato è vismodegib (Erivedge). Viene assunto ogni giorno come una pillola.

La chemioterapia sistemica non viene solitamente offerta come trattamentodel basalioma. Ma può essere prescritta se il carcinoma basocellulare invade le aree vicine o se si è diffuso. L'agente chemioterapico più comunemente usato è il cisplatino (Platinol AQ). Viene iniettato attraverso un ago endovena. Può essere somministrato da solo o combinato con paclitaxel (Taxol). Non esiste però un piano di trattamento chemioterapico standard per il trattamento del basalioma.